Granulati per la successiva lavorazione

I rifiuti di produzione non ancora fluidi rappresentati da fibre, foglie e materozze da avvii vengono trasformati in sostanza dosabile direttamente in un trituratore. Attraverso un nastro trasportatore dotato di metal detector i materiali così triturati vengono convogliati in un serbatoio intermedio con agitatore. Da qui il materiale molto voluminoso viene spinto nell’estrusore attraverso coclee di dosaggio e di compressione. Nell’estrusore il materiale viene liquefatto, degassato e decontaminato. Vengono così rimosse le sostanze estranee volatili come acqua o oli. Ulteriori materiali solidi vengono rimossi ricorrendo ad un filtro per massa fusa Rotary. Dopo la successiva granulazione il granulato, ripulito da oli e altri materiali di disturbo, può essere impiegato per la produzione di foglie, fibre, reggette, ecc. andando a sostituire il materiale nuovo.